Favoloso

Madagascar  4

Le megattere di Sainte Marie

Sbarchiamo in questo piccolo lembo di terra che é un vero paradiso. Ci resta un ultimo appuntamento. Un incontro con le balene o meglio con le megattere, che ogni anno vengono ad accopparsi e a prolificare nelle acque calde e poco profonde del ristretto canale che separa l'isoletta dal Madagascar.A bordo di un motoscafo veloce, solchiamo un mare appena increspato, Dopo tre ore di piacevole navigazione, avvistiamo il primo cetaceo. Emerge fragorosamente dall'acqua, sollevando una massa di schiuma bianca. E' un bestione di una dozzina di metri. Subito dopo affiorano dal blu due code, una grande e una molto più piccola. Appartengono ad una mamma e al suo cucciolo. Poi ne rincorriamo un branco di sei, sette esemplari che si esibiscono alternativamente in guizzi, salti, rotazioni, sbattimenti di pinne e scodate, davvero portentosi. Emerge addirittura fuor d'acqua un enorme muso appuntito. Nel mentre i loro potentissimi sfiati proiettano in aria, come soffioni, alte colonne d'acqua spumeggiante. Questi giganti marini sono degli amabili giocherelloni. I loro, sono giochi amorosi.Assistiamo rapiti alle loro acrobazie. Siamo davvero appagati da questo affascinante spettacolo. I pochi giorni di vacanza che ci restano li spendiamo a crogiolarci al sole, nelle splendide baie deserte, di sabbia dorata o bianchissima, all'ombra di palme da cocco incurvate dal vento. O a bagnarci in acque turchesi, tiepide e trasparenti come il cristallo. Un incanto.